Seminario con Carla Padovani

Mercoledì, Settembre 27, 2017

Carla Padovani

Carla Padovani, direttrice artistica e responsabile organizzativa da molti anni si occupa di danza popolare approfondendo in particolare alcuni stili per i quali ha avuto numerosi apprezzamenti in Italia e all'estero. Docente, da più di vent'anni, dei corsi di Reggio Emilia, Parma, Modena e in stages in tutta Italia. Ha svolto attività di insegnamento anche a Cremona e Piacenza, nelle scuole elementari, medie inferiori e superiori di Reggio Emilia, Modena, Parma, in corsi di aggiornamento per insegnanti e in stages in Italia (Venezia, Milano, Torino, Genova, Bologna, Napoli, Catania, Cagliari, Asti, Vercelli, Verona, Vicenza, ecc.) e all'estero (Francia, Gran Bretagna). Fa parte dello staff docenti per il VI, VII, VIII, IX e XI Corso professionale per danzaeducatori promosso da Mousikè di Bologna patrocinato dall'Università di Bologna. Ha studiato prevalentemente in Francia, nella ex-Jugoslavia, in Bulgaria, Romania, Macedonia, Grecia, Gran Bretagna, Cechia, India, Irlanda e in Italia con maestri di fama internazionale. Fa periodicamente viaggi di ricerca (Albania, Macedonia, Turchia, Lituania, Lettonia, India, Irlanda, Croazia, Israele, Rapa Nui, Bali e Isole Sulawesi, Cina del Sud, Birmania, Guatemala). Il suo repertorio comprende numerosi stili fra cui danze ebraiche, slave, bulgare, rumene, polinesiane, greche, turche, spagnole, francesi, inglesi, irlandesi, scozzesi, austriache, italiane, cinesi e indiane. Regista e coreografa di vari spettacoli fra cui MAZAL TOV, danze, suoni & racconti della tradizione ebraica (2000), ETHNOS, danze, profumi & sapori dei popoli della terra (2003), DIASPORE, viaggio nomade in danza (2006), ET SHALOM, un tempo per la pace (2008), Danze di tutto il mondo (2010), Celtic spirit dream (2016) nonché danzatrice della compagnia TERRA DI DANZA dal 1984. 

 

 

Obiettivi del Seminario

Socializzazione: la danza é una rappresentazione corale e come tale sviluppa nel gruppo un sentimento di unione e solidarietà. Ridimensiona le manifestazioni egocentriche ed incoraggia gli alunni più timidi ed introversi.

Consolidamento e coordinamento degli schemi motori di base: l'attività motoria espressa nella danza etnica consente di acquisire ed affinare competenze motorie in modo naturale, perchè a differenza di altri tipi di danza, essendo espressione del linguaggio popolare, offre modalità semplici e alla portata di tutti.

Educazione all'orecchio musicale e senso ritmico: essendo la danza etnica un codice linguistico abitua l'orecchio ad associare la danza a diversi temi musicali (il movimento al ritmo).

Sviluppo della personalità: "la danza è una cooperazione organizzata delle nostre facoltà mentali, emotive e corporee che si traduce in azioni la cui esperienza è della somma importanza per lo sviluppo della personalità" (Laban).

Approccio ai valori interculturali: il confronto, la condivisione di momenti di gioia sono in grado di arricchirci, di eliminare diffidenze e sospetti, di educare al riconoscimento della differenza come valore.

Acquisizione di tecniche e stili ben definiti: la danza etnica è prerogativa del mondo intero, pertanto si potrà spaziare fra danze popolari italiane, europee, extra-europee e storiche. 

 

 

Iscrizione

La quota di iscrizione per gli studenti Effettivi iscritti al Conservatorio di Padova è di € 17,50; La frequenza dà diritto a crediti se comprovata dal foglio presenze.

Per gli studenti provenienti dai Conservatori del Veneto è previsto il versamento di una quota di € 56,00.

Per gli studenti esterni è previsto il versamento di una quota di € 70,00.

I versamenti vanno effettuati sul c/c postale N. 10773356 intestato al Conservatorio Statale di Musica “C. Pollini” di Padova indicando come causale “Seminario: “un mondo di danza- il valore delle differenze”.  La copia della ricevuta del versamento dovrà essere allegata alla domanda di iscrizione.

L’iscrizione dovrà essere consegnata alla sig.ra Marilina Baratella dell’Ufficio Produzione del Conservatorio di Musica “Cesare Pollini” entro e non oltre lunedì 25 settembre 2017. Si potrà anticipare l’iscrizione a mezzo mail: auditorium@conservatoriopollini.it consegnandola poi in originale all’inizio della Masterclass. 

 

 

Orari

Mercoledì 27 settembre 2017

ore 10:00 – 13:00 | 14:00 – 17:00

Aula 6 sede succursale del Conservatorio “C. Pollini” via Bertacchi, 15

 

 

Documenti rilasciati

L’Attestato di partecipazione sarà rilasciato agli allievi effettivi che hanno frequentato l’ 80% delle ore previste, previo pagamento di € 30,00 per diritti di segreteria, da versare sul c/c postale N. 10773356 intestato al Conservatorio Statale di Musica “C. Pollini” di Padova indicando come causale “Attestato di Partecipazione Seminario: “un mondo di danza- il valore delle differenze”.

Per il riconoscimento di 1 CFA internamente al Conservatorio di Padova, farà fede il foglio presenze.