Mecenatismo 2.0 - Evento

 

Sabato 3 dicembre l’Auditorium C. Pollini di Padova ospita il primo evento nazionale sul mecenatismo contemporaneo.  Due gli obiettivi del convegno: offrire ai partecipanti spunti e sollecitazioni concrete su cosa significhi articolare lo scambio tra Cultura, Impresa e Territorio nell’era del 4.0; permettere l’incontro fisico e informale tra i protagonisti dei due mondi che rendono vivo il nostro territorio: quello imprenditoriale e quello culturale.

Il tema è vasto e non ci illudiamo di esaurirlo in una giornata. Ci proponiamo tuttavia di dare inizio ad un nuovo racconto del nostro territorio e a nuove esperienze di contaminazione, che trovino a Padova la loro realizzazione.

Mecenatismo 2.0 è l’occasione per incontrarvi, discutere, cooperare.

500 posti disponibili, partecipazione su prenotazione e ingresso a offerta libera.
Per partecipare compila il modulo online!

Per informazioni scrivici: mecenatismo@conservatoriopollini.it

Per saperne di più sul mecenatismo e sui nostri ospiti seguici su Facebook: https://www.facebook.com/Mecenatismo2.0/

 

 

L'iniziativa è promossa dal Conservatorio Cesare Pollini, dal Dipartimento di Beni Culturali e dal Dipartimento di Scienze Economiche e Aziendali dell'Università degli Studi di Padova; con il Patrocinio del Comune di Padova, dell'Università di Padova, di Confindustria Giovani Padova, FAI Veneto; con il sostegno della Cassa di Risparmio del Veneto e di Padova Promex.

Si parla oggi di Industria 4.0. Il Mondo Produttivo deve rispondere a sfide e contesti mutati rispetto il recente passato. L’obiettivo del presente è trovare gli strumenti per affrontare adeguatamente il mercato globale, governandolo e facendolo diventare un'opportunità per le nostre aziende e il nostro tessuto sociale.

Per rispondere a questa sfida, dobbiamo strutturare una “visione” di mondo efficace, in grado di contenere ambiti diversi e apparentemente lontani. Stiamo parlando di un nuovo paradigma evolutivo, in cui la relazione tra Sistema Produttivo e Territorio è fondamentale: in essa le persone creano le narrazioni che definiscono la loro vita e quella della Società. Dal capitale sociale deriva il capitale economico.

In questo paradigma la Cultura diviene elemento indispensabile. Essa si prende cura dei cittadini. Genera il bacino empatico di socialità che permette alle persone di impegnarsi con fiducia le une con le altre nel mercato o nella sfera pubblica. Inoltre, la cultura interviene direttamente nello sviluppo dell’economia generando innovazione, dinamicità, nuovi approcci a problematiche antiche.

L’incontro tra enti culturali e produttivi è oggi più che mai necessario. Ecco perché, oltre che di Industria 4.0, occorre parlare di Mecenatismo 2.0.

Mecenatismo 2.0  differisce dalla versione 1.0 del periodo pre-rinascimentale. Esso non si limita a mettere l’Uomo al centro ma cerca anche nuovi percorsi per il suo divenire.

 

Leopoldo Armellini
Direttore del Conservatorio di Musica Statale C. Pollini

UN’IMPRESA CULTURALE E CREATIVA DI LIVELLO REGIONALE: IL CONSORZIO DEI SETTE CONSERVATORI DEL VENETO

 

Sabato 3 Dicembre 2016, alle ore 18.30

Nel Foyer dell’Auditorium “Cesare Pollini”

Con ingresso da via C.Cassan 17 - Padova

Nell’ambito del primo Convegno Nazionale sul “Mecenatismo 2.0”, verrà proiettato il video documentario: Il Consorzio tra i sette Conservatori della Regione Veneto.

Si tratta di una realtà unica in Italia nata con l’obiettivo di valorizzare la grande tradizione musicale veneta e, al tempo stesso, di mettere a disposizione del territorio uno storytelling originale e adeguato per la sua promozione.

Il Sistema-Regione può dunque avvantaggiarsi di un’idea che può fare la differenza: il Veneto è il luogo dove, da sempre, si è stati in grado di coniugare Arte e Tecnologia ai massimi livelli. E’ infatti risaputo che in un Mondo globalizzato, il nostro Paese potrà mantenere la posizione sottolineando il proprio primato riguardo la creatività, la cultura, il design, le bellezze naturali e tutto ciò che attiene alla qualità della vita.

Ideazione e cura: Stefano Toffolo

Riprese video e montaggi: Luca Panebianco

Introdurrà il Direttore del Conservatorio Leopoldo Armellini