Alessia Obino

Biografia

Inizia il suo percorso musicale studiando canto e pianoforte presso diversi insegnanti privati. Frequenta i seminari intensivi tenuti da alcuni fra i più importanti vocalist stranieri ed italiani fra i quali Sheila Jordan, Jay Clayton, Maria Pia de Vito, Roberta Gambarini, Jen Shyu, Phil Minton, Peter Churchill, Ines Reiger e Donna McEllroy. Contemporaneamente approfondire lo studio dell’improvvisazione prendendo parte a workshop tenuti da Steve Coleman, Ralph Alessi, Tim Berne, Vijay Iyer, Ethan Iverson, Jim Black, John Hollenbech, Tyshawn Sorey ed altri. Nel 2006 consegue, con il massimo dei voti, il Diploma Accademico di primo livello presso il Conservatorio Tartini di Trieste e nel 2011 il Diploma Accademico Sperimentale di 2° livello in Discipline musicali ad indirizzo interpretatico-compositivo presso il Conservatorio Arrigo Pedrollo di Vicenza. Dal 2000 dopo aver conseguito la laurea in Lingue e Letterature Straniere inizia ad insegnare canto e a tenere laboratori di teoria e musica d’insieme oltre ad organizzare Workshop tenuti da importanti artisti internaziona in Trentino, Veneto ed Emilia Romagna. Ha collaborato con numerosi musicisti del panorama jazz italiano ed internazionale tra i quali, Javier Girotto, Robert Bonisolo, Greg Burk, Peter Churchill, Gilad Atzmon, Elliott Sharp, Markus Stockhausen, Fabrizio Bosso e Rita Marcotulli  per citarne alcuni e ha preso parte ad importanti rassegne in Italia e all’estero. Nel 2009 ha inciso per l’etichetta Caligola il suo primo disco da leader intitolato "Echoes" firmando testi, composizioni ed arrangiamenti e più recentemente ha preso parte al progetto del batterista padovano Tommaso Cappellato Astral Travel incidendo l’album "Cosm’ethic" per l'etichetta londinese Jazzrefreshed. Nel 2016, sempre per l'etichetta Caligola, incide con il suo gruppo CORdas il suo secondo album "Deep Changes". Oltre al progetto CORdas con Giancarlo Bianchetti, Dimitri Sillato ed Enrico Terragnoli è da qualche tempo impegnata nella realizzazione del suo prossimo disco di brani originali con il progetto A Sound’s a Million Shapes con Giancarlo Bianchetti, Rosa Brunello, Marco Frattini, Piero Bittolo Bon.