Mattia Ometto

Strumenti: Pianoforte
Settore disciplinare: Prassi esecutive e repertori, pianoforte (Corso di formazione musicale di base)

"Mattia Ometto è un pianista con una sensibilità meravigliosa, uno di quegli artisti che hanno il dovere di far capire al pubblico cosa significhi avere talento" 
(Aldo Ciccolini, pianista – Parigi) 

“Mattia Ometto è un musicista intelligente, sensibile e serio. Le sue interpretazioni, che abbracciano un ampio repertorio, sono caratterizzate da una profondità musicale di primissimo ordine. [...] Raccomando senza riserve Mattia Ometto alla vostra attenzione”
(Leslie Howard, Pianista, Compositore –
Londra) 

“Mattia Ometto fa parte della schiera di quei rari musicisti che hanno la capacità di unire elegantemente la disciplina con la creatività e l'autenticità stilistica con l'originalità; un vero artista, un poeta del pianoforte” 
(Viorel Gheorghe, Direttore d'orchestra, Lyric Symphony Orchestra – Los Angeles) 

“E' senza dubbio un pianista fantastico. Le sfumature del suo tocco al pianoforte conoscono raffinatezze infinitesimali” 
(Ertug Korkmaz – Direttore d'orchestra – Orchestra Academic Baskent – Ankara, Turchia) 

"Mattia Ometto è un pianista eccellente e senz'altro uno dei migliori giovani musicisti sulla scena internazionale.  E' dotato del grande virtuosismo necessario per conquistare il pubblico, ma possiede anche molto più di questo: un acuto intelletto e, cosa ancor più rara, una vivida immaginazione e un senso drammatico che comunicano direttamente con l'anima di chi lo ascolta” 
(Michael Rolland Davis, produttore discografico, Presidente dell'etichetta Ivory Classics - Palm Springs) 

 

Allievo di Aldo Ciccolini a Parigi ed Earl Wild a Palm Springs, Mattia Ometto si è diplomato col massimo dei voti e la lode sotto la guida della prof.ssa Anna Barutti al Conservatorio "B. Marcello" di Venezia, frequentando i masterclass di perfezionamento dei Maestri Giorgio Lovato, Riccardo Zadra, Riccardo Risaliti, Gustavo Romero, Daniel Rivera, e coltivando parallelamente lo studio della composizione. 

Sin da giovanissimo compare nelle stagioni concertistiche delle principali città italiane fra le quali Venezia (Gran Teatro la Fenice), Milano (La Società dei Concerti), Roma (Accademia di Romania), Napoli, Torino (Politecnico), Trieste, Udine, Bologna, Rimini (Festival Pianistico Internazionale), Stresa, Pisa, Treviso, Padova (Auditorium Pollini), Vicenza (Società del Quartetto). 

Dopo la vittoria del secondo premio al Bradshaw&Buono International Piano Competition di New York, nel 2008, Mattia Ometto debutta al Theatre du Rond Point des Champs Elysées di Parigi e alla Carnegie Hall di New York, iniziando da quel momento ad esibirsi regolarmente in Europa e negli Stati Uniti dove è apparso ripetutamente a Los Angeles con la Lyric Symphony Orchestra, a New York (Carnegie Hall e Bargemusic), a Boston (Rivera Hall), a Des Moines (Sheslow Audiorium), a Redlands (Watchorn Hall), presso la Claremont University, a Berlino e in molte altre località. Nel 2012 ha debuttato ed Ankara con la Academic Baskent Orkestra diretta da Ertug Korkmaz. 

Oltre al solismo, Mattia Ometto coltiva la propria vocazione cameristica collaborando con prestigiosi interpreti quali il pianista Leslie Howard, il basso Andrea Mastroni e il soprano Francesca Scaini. 

Ha realizzato registrazioni ed interviste per BBC Londra, Radiotre, Rai International, Rai Trade, Radio della Svizzera Italiana, Iowa State Radio, WGBH Boston, Kanal B Ankara, Radioclassica, Radio Romania. 

La sua discografia per l’etichetta olandese Brilliant Classics comprende l'integrale della musica vocale da camera di César Franck in duo col soprano Francesca Scaini (5 diapason dalla rivista francese Diapason) e l’integrale delle Mélodies di Henri Duparc in duo col basso Andrea Mastroni. Per Melba Recordings (Australia) Mattia Ometto ha recentemente inciso l'integrale della musica per due pianoforti e quattro mani di Reynaldo Hahn in duo col leggendario pianista Leslie Howard. 

Molto attivo anche nel campo dell'insegnamento, Mattia Ometto è frequentemente invitato a tenere Masterclass come visiting artists presso istituzioni quali la Drake University di Des Moines, la Redlands University e l'Accademia della Musica di Padova. 

Mattia Ometto è docente di Lettura della Partitura presso il Conservatorio “A. Corelli” di Messina ed è incaricato per la cattedra di Pianoforte per i corsi di formazione musicale di base presso il Conservatorio “C. Pollini” di Padova.

 

"Mattia Ometto is a pianist with a marvelous sensitivity, one of those artists whose responsibility is to make audiences perceive what real talent is
(Aldo Ciccolini, pianist – Paris)

Mattia Ometto is an intelligent, sensitive and committed musician. His performances across a wide spectrum of repertoire are characterised by thoughtful musicianship of the highest order. [...] I unreservedly commend Mattia Ometto to your earnest attention”
(Leslie Howard, Pianist, Composer - London)

Mattia Ometto is one of the rare musicians who gracefully combine accuracy with creativity and authenticity of style with originality; he is a true artist, a poet of the piano”
(Viorel Gheorghe, conductor – The Lyric Symphony Orchestra, Los Angeles)

Mattia performed with the Orchestra Academic Baskent in March, 2012. He is indeed a fantastic pianist next to his lovely friendship as well. His touche on the keyboard from one note to another may only be measured by micro values...
(Ertug Korkmaz, conductor – Orkestra Akademik Baskent – Ankara, Turkey)

"Mattia Ometto is an excellent pianist and one of the better young musicians performing today. He has the required super technique to impress an audience but he has much more than that. He also has a keen intellect and rarer yet, a well-developed imagination and drama at the keyboard that communicates directly into the listener's soul."
(Michael Rolland Davis, recording producer and president of the Ivory Classics Foundation- Palm Springs)

 

The winner of a vast array of national and international prize both in Europe and United States, Mattia Ometto is quickly establishing himself as an artist whose gifts hark back to the Golden Age of classical piano performance, gift that reflect an artistry that is formed in equal parts by the inspiration derived by his Venetian background, and the influence of his studies in Paris with the legendary Aldo Ciccolini, and in Palm Springs with the american virtuoso Earl Wild. Mr. Ometto performs regularly in Europe and United States. During the 2008-2009 season he has appeared in recitals in Paris at the Théatre du Rond Point des Champs Elysées, in New York City at Carnegie Hall, in California at Redlands University and in Venice at Gran Teatro la Fenice. The 2009- 2010 season saw him appear both in recital and as soloist with orchestra in New York, New Jersey, Los Angeles, Des Moines, Chicago and Boston. As part of his 2011 North American tour Mr Ometto appeared as Soloist in Los Angeles with the Lyric Symphony orchestra, and again in New York where he returned for the third time at Carnegie Hall. In 2012 he did a major debut as a soloist in Ankara with Academic Baskent Orchestra conducted by Ertug Korkmaz.

An avid chamber music player, Mattia Ometto collaborates with internationally acclaimed colleagues like pianist Leslie Howard, bass Andrea Mastroni and soprano Francesca Scaini.
Live broadcast of Mr Ometto's performances and interviews have been heard on numerous radio stations, such as BBC London, Rai International, Radiotre, Raitrade, Radio della Svizzera Italiana, Radioclassica, Radio Romania, Iowa State Radio, Kanal B Ankara, WGBH Boston.

Born in Padua in 1982, Mattia Ometto graduated summa cum laude from the Venice Conservatory of Music where he studied with professor Anna Barutti, receiving further coaching from renowned pianists Riccardo Zadra, Giorgio Lovato, Daniel Rivera, Riccardo Risaliti and Gustavo Romero. Also very active as a teacher, he gives master classes as a visiting artist at Drake University in Des Moines (Iowa), Redlands University and the Accademia della Musica in Padua. Furthermore, he has served as Associate Director of the A&B Festival of Music in New York and Artistic Director of the ‘Guido Alberto Fano’ International Piano Competition in Padua.

His discography includes the complete set of lodies by César Franck with soprano Francesca Scaini (Brilliant Classics - 2013) awarded five diapasons by the French magazine Diapason, the complete set of lodies by Henri Duparc with bass Andrea Mastroni (Brilliant Classics - 2015), and the complete music for two pianos and piano four-hands by Reynaldo Hahn with legendary pianist and Liszt scholar Leslie Howard on Melba Recordings (Australia).

In 2013 Mattia joined the faculty at “Arcangelo Corelli” Conservatory in Messina, Italy. 

Concerti
Sabato, 14 Gennaio 2017

Diego Morano: Schubert, Liszt, Prokofiev, Debussy, Ravel

FESTIVAL PIANISTICO BARTOLOMEO CRISTOFORI
Sabato 14 Gennaio 2017, ore 18.30

Gabinetto di Lettura, Piazza Insurrezione 4

 

Serie Juvenilia

Diego Morano, pianoforte

 

Schubert, Sonata op. 143 D784 in la minore 

Liszt, Vallée d’Obermann

****

Prokofiev, Sonata n. 3

Debussy, dal primo volume dei Preludes: Le vent dans la plaine; Les sons et les parfums tournent

dans l’air du soir

Ravel, Valses nobles et sentimentales

 

INGRESSO CON CONTRIBUTO O ABBONAMENTO

Concerti
Sabato, 14 Gennaio 2017

Murray McLachlan: Gli Etudes di Claude Debussy

FESTIVAL PIANISTICO BARTOLOMEO CRISTOFORI
Sabato 14 Gennaio 2017, ore 21.00

Auditorium Pollini, Via Cassan 17

 

Serie Mater

 

Murray McLachlan, pianoforte

Integrale dei 12 Etudes di Claude Debussy

Concerti
Domenica, 15 Gennaio 2017

Philip Sharp, Callum McLachlan

FESTIVAL PIANISTICO BARTOLOMEO CRISTOFORI
Domenica 15 Gennaio 2017, ore 17.00 e ore 21.00

Gabinetto di Lettura, Piazza Insurrezione 4

 

Serie Juvenilia

Philip Sharp, pianoforte

Callum McLachlan, pianoforte

Eventi didattici
Giovedì, 19 Gennaio 2017

Smontiamo un pianoforte a coda - Davide Furlanetto

Serie Lectio

Davide Furlanetto