Guglielmo Pellarin

Pellarin
Primo corno dell’Orchestra dell’Accademia Nazionale di Santa Cecilia, Guglielmo Pellarin ha collaborato con diverse orchestre tra cui l’Orchestra del Teatro Verdi di Trieste, l’Orchestra del Teatro alla Scala di Milano, l’Orchestra Filarmonica della Scala e l’Orchestra Filarmonica Toscanini, suonando sotto la guida di direttori quali A. Pappano, C. Abbado, J. E. Gardiner, D. Gatti, V. Gergiev, D. Harding, D. Kytajenko, L. Maazel, K. Masur, D. Matheuz, Z. Metha, D. Oren, G. Pretre e S. Bichkov.
Inizia lo studio del corno a sette anni e si diploma con il massimo dei voti e la lode presso il Conservatorio di Udine, allievo del M° G. Arvati; prosegue gli studi presso i corsi di Portogruaro, Ferrara, Fiesole, e Pirano perfezionandosi con G. Corti, A. Corsini, R. Vlatkovic, I. James, M. Maskuniitty e L. Seeman, frequentando le masterclass dei quintetti Slowind e Bibiena e venendo poi selezionato per l’Orchestra Giovanile Italiana.
Svolge intensa attività cameristica e solistica collaborando con artisti come A. Oliva, F. Di Rosa, A. Carbonare, A. Zucco, F. Lovato, L. Vignali, D. Nordico, M. Devia, M. Flaksman, H. Holliger e A. Lonquich.
Assieme a Federico Lovato ha registrato per l’etichetta Audite “French Music for horn and piano”, monografia dedicata alla musica francese per corno e pianoforte, che comprende la prima registrazione della sonata per corno e pianoforte di J. M. Damase.
In occasione del Festival “Suoni d’aria d’alta quota” ha eseguito in prima assoluta il concerto per corno e archi composto e a lui dedicato da F. Perez Tedesco.
Ha ottenuto importanti riconoscimenti con il quintetto di ottoni Italian Wonderbrass e il quintetto a fiati Kalamos, esibendosi Italia, Albania, Austria, Bosnia-Erzegovina, Canada, Croazia, Germania, Serbia e Slovenia. L’Italian Wonderbrass Quintet ha pubblicato in collaborazione con il trombettista Jens Lindemann un’inedita versione di “Pini di Roma” di O. Respighi per sestetto di ottoni e percussioni, e ha rappresentato l’Italia nel 2008 all’International Trumpet Guild Conference.
Dopo aver conseguito la Laurea in Matematica presso l’Università di Padova prosegue gli studi scientifici frequentando il Corso di Laurea Magistrale in Matematica presso l’Università la Sapienza di Roma.
Principal horn of the Orchestra of the Accademia Nazionale di Santa Cecilia, Guglielmo Pellarin played with several orchestras including the Orchestra of Teatro Verdi in Trieste, the Orchestra of Teatro alla Scala in Milano, the Orchestra Filarmonica della Scala and the Orchestra Filarmonica Toscanini, under such conductors as A. Pappano, C. Abbado, J. E. Gardiner, D. Gatti, V. Gergiev, D. Harding, D. Kytajenko, L. Maazel, K. Masur, D. Matheuz, Z. Metha, D. Oren, G. Pretre e S. Bichkov.
He began to play the french horn at the age of seven and graduated as a pupil of Mr. G. Arvati in the Conservatory “J. Tomadini” of Udine with first-class honours; he attended masterclasses of horn and chamber music in Portogruaro, Ferrara, Fiesole and Pirano studying along with G. Corti, A. Corsini, R. Vlatkovic, I. James, M. Maskuniity, L. Seeman and he also attended masterclasses given by Slowind Quintet and Bibiena Quintet and; he was selected for the Italian Youth Orchestra.
Alongside the activity as principal hornist he has also an important soloist career as well as an intense chamber music activity, that leads him to play with many artists such as A. Oliva, F. Di Rosa, A. Carbonare, A. Zucco, F. Lovato, L. Vignali, D. Nordico, M. Devia, M. Flaksman, H. Holliger e A. Lonquich.
Together with Federico Lovato Guglielmo Pellarin recorded for the label Audite “French Music for horn and piano”, monography dedicated to french music for horn and piano, including the first release of the sonata for french horn and piano by J. M. Damase.
On the occasion of the Festival “Suoni d’aria d’alta quota” he World Premiered the concert for horn and strings composed by F. Perez Tedesco and dedicated to him.
Founding member of the Italian Wonderbrass Quintet and of the Kalamos Wind Quintet, he obtained many awards and successes with concerts in Italy as well as in Albany, Austria, Bosnia and Herzegovina, Canada, Croazia, Germany, Serbia and Slovenia. The Italian Wonderbrass Quintet, featuring the trumpet player Jens Lindemann, published an unreleased version of “Pines of Rome” by O. Respighi, for brass sextet and percussions, and represented Italy at the 2008 International Trumpet Guild Conference.
After graduating in math at Padua University he keeps reading math at Rome University “La Sapienza” attending the master’s degree program.
Eventi artistici
Giovedì, 21 Dicembre 2017

Bartolomeo Cristofori alla corte de' Medici

Giovedì 21 dicembre 2017ore 21.00 / Auditorium Pollini, via C. Cassan 17

Aspettando il festival pianistico 2018 intitolato al padovano Bartolomeo Cristofori, vi presentiamo un evento alle porte del Natale che ci farà viaggiare sino alla Corte della famiglia de’ Medici: arte, musica e cultura in genere erano il cuore degli incontri tra intellettuali che proprio lì si svolgevano.

Un appuntamento ArtEmusica in cui i racconti d’arte della storica Erika Iervolino saranno alternati a musiche di W. A. Mozart eseguite dall’Ensemble Fortepiano, composta dai Maestri Ruffin, Pietrobon, Lucchetta, Baldin e Sopranzi, e dal duo pianistico Martegiani – De Ascaniis.

Ingresso libero.

Eventi artistici
Giovedì, 21 Dicembre 2017

Bartolomeo Cristofori alla corte de' Medici

Giovedì 21 dicembre 2017ore 21.00 / Auditorium Pollini, via C. Cassan 17

Aspettando il festival pianistico 2018 intitolato al padovano Bartolomeo Cristofori, vi presentiamo un evento alle porte del Natale che ci farà viaggiare sino alla Corte della famiglia de’ Medici: arte, musica e cultura in genere erano il cuore degli incontri tra intellettuali che proprio lì si svolgevano.

Un appuntamento ArtEmusica in cui i racconti d’arte della storica Erika Iervolino saranno alternati a musiche di W. A. Mozart eseguite dall’Ensemble Fortepiano, composta dai Maestri Ruffin, Pietrobon, Lucchetta, Baldin e Sopranzi, e dal duo pianistico Martegiani – De Ascaniis.

Ingresso libero.

MasterClass
da Martedì, 6 Marzo 2018 a Mercoledì, 7 Marzo 2018

Seminario di jazz con Andy Sheppard

Un’occasione da non perdere: Andy Sheppard, affermato sassofonista e jazzista inglese, terrà un seminario che potrà essere seguito in qualità di allievi effettivi e uditori. Il riconoscimento di 3CFA previsto sarà rilasciato agli allievi effettivi che hanno frequentato almeno l’80% delle ore
 
Date: 6 -7 marzo 2018
Le lezioni si terranno in aula 6 (sede di via Bertacchi)
Orari: 10.00 -13.00/14.00 -16.00

MasterClass
da Martedì, 6 Marzo 2018 a Mercoledì, 7 Marzo 2018

Seminario di jazz con Andy Sheppard

Un’occasione da non perdere: Andy Sheppard, affermato sassofonista e jazzista inglese, terrà un seminario che potrà essere seguito in qualità di allievi effettivi e uditori. Il riconoscimento di 3CFA previsto sarà rilasciato agli allievi effettivi che hanno frequentato almeno l’80% delle ore
 
Date: 6 -7 marzo 2018
Le lezioni si terranno in aula 6 (sede di via Bertacchi)
Orari: 10.00 -13.00/14.00 -16.00